martedì, 11 maggio 2010

L’uomo di Neanderthal vive in noi

pubblicato da: samy in: Archeologia, Ricerca

La comunità scientifica pensava che l’uomo di Neanderthal fosse estinto, invece uno studio dell’University of California Santa Cruz ha scoperto che un po’ del suo patrimonio genetico sopravvive in alcuni di noi. La scoperta è avvenuta nell’ambito del Progetto Genoma Neanderthal, coordinato da Svante Paabo, del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology di Leipzig. Il DNA è stato estratto da alcune ossa di Neanderthal antiche di 40.000 anni ottenendo una bozza della sequenza genetica, che poi è stata confrontata con quella umana e dello scimpanzè. Particolare attenzione è stata rivolta ai geni che invece differenziano l’uomo moderno da tutte le […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

giovedì, 18 marzo 2010

Scoperto il segreto del papavero da oppio

pubblicato da: samy in: Biologia, Medicina, Ricerca

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Calgary, guidato dal professor Peter Facchini, ha scoperto il gene che consente al papavero da oppio di produrre la morfina e la codeina. “Gli enzimi codificati da questi due geni sono riusciti a depistare i massimi esperti di biochimica delle piante per mezzo secolo”, spiega il professor Facchini, che allo studio del papavero da oppio ha dedicato l’intera carriera. “Avendo trovato non solo gli enzimi ma anche i geni relativi, abbiamo fatto un grosso balzo in avanti. È come aver trovato il gene responsabile di un cancro o di un problema genetico. “Con questa […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 6 febbraio 2010

La pillola che conterrà il segreto dei centenari

pubblicato da: samy in: Biologia, Medicina, Ricerca, Salute

Qual’è il segreto dei centenari? Il dottor Nir Barzilai, genetista dell’Einstein college di New York ha deciso di scoprirlo analizzando un gruppo di ebrei Ashkenaziti con una età media di cento anni. Questo gruppo di persone ha dimostrato una longevità di venti volte superiore alla norma, nonostante più della metà di loro fossero obesi o comunque in sovrappeso o avessero fumato due pacchetti di sigarette al giorno per più di 40 anni. Che cosa permette di contrastare stili di vita sbagliati? I ricercatori hanno analizzato due milioni di marcatori genetici nel DNA di queste persone e ne hanno isolati tre […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Un gruppo di ricercatori della Columbia University di New York ha scoperto i geni che danno origine al tumore del cervello più aggressivo, il glioblastoma multiforme. Antonio Iavarone, scienziato italiano emigrato negli Stati Uniti, ha guidato il team, di cui fanno parte anche i connazionali Andrea Califano e Anna Lasorella, nella ricerca dei geni che determinano l’origine del male, analizzando anche attraverso i mezzi informatici i risultati che si ottenevano in laboratorio. Sono state prelevate ad alcuni malati delle cellule tumorali, che sono state coltivate e attraverso i computer sono stati valutati i messaggi chimici e le trasformazioni che intervengono […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

venerdì, 4 dicembre 2009

Nei geni sta scritto quando i capelli ingrigiscono

pubblicato da: samy in: Biologia, Ricerca

Una ricerca danese, pubblicata su PLoSOne, afferma che l’età apparente delle donne dipende dalla genetica e le influenze ambientali o di stile di vita incidono in modo limitato. Lo studio ha preso in esame 102 coppie di gemelle danesi, sia omozigote che eterozigote, tra i 59 e gli 81 anni e 162 donne inglesi tra i 45 e i 75 anni. Sono state analizzate le rughe, le macchie cutanee, l’ingrigirsi dei capelli e l’altezza delle labbra, come indicatori di quanto una persona sembra più giovane rispetto la sua età anagrafica. L’osserevazione di base è che i tessuti sottocutanei hanno molta […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 14 novembre 2009

I geni determinano i nostri gusti musicali

pubblicato da: samy in: Psicologia, Ricerca

I nostri gusti musicali sono scritti nei nostri geni. Questo il risultato di una ricerca condotta da Nokia e dal Kings ‘College di Londra su 4000 gemelli. Gli studiosi hanno analizzato i gusti musicali di gemelli sia monozigoti (con il patrimonio genetico identico) che eterozigoti (con patrimonio genetico uguale solo a metà), supponendo che l’ambiente li avesse influenzati nello stesso modo. I ricercatori hanno concluso che il fatto che i gusti siano molto più simili nei gemelli identici è dovuto a influenze genetiche. L’effetto dei geni diminuisce però con lo sviluppo delle esperienze individuali. Come era prevedibile, le influenze genetiche […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink