lunedì, 2 agosto 2010

Il fiume sottomarino che scorre sotto il Mar Nero

pubblicato da: samy in: Geologia, Ricerca, Robotica

I ricercatori dell’University of Leeds hanno scoperto un grande fiume sottomarinoche scorre sotto il Mar Nero. La spedizione scientifica si è avvalsa di Autosub, Autonomous Underwater Vehicle (AUV), un piccolo sommergibile robot giallo senza pilota e senza cavi che può portare avanti la missione anche senza comunicare con la superficie. Il funzionamento di Autosub può essere paragonato a quello di un satellite, è in grado di raccogliere dati fisici, chimici, biologici e geofisici provenienti dai fondali marini utilizzando un equipaggiamento di sensori e dispositivi di campionamento. A differenza dei sommergibili guidati a distanza, Autosub ha alimentazione e sistema di navigazione […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 24 luglio 2010

Un cratere da meteorite scoperto grazie a Google Earth

pubblicato da: samy in: Geologia, Spazio

Quanti di voi hanno curiosato in Google Earth almeno una volta, per vedere la vostra casa dall’alto o magari qualche monumento o piazza famosa? Grazie a questo strumento due anni fa Vincenzo De Michele, ex curatore del Museo Civico di Storia Naturale di Milano, ha scoperto, nel deserto egiziano al confine con Libia e Sudan, nei pressi della cittadina di Kamil, una strana depressione a forma di catino. Le successive indagini dei ricercatori dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno stabilito che si tratta di un cratere creato dall’impatto di un meteorite circa 5.000 anni […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

mercoledì, 30 giugno 2010

GOCE disegna la mappa gravitazionale della Terra

pubblicato da: samy in: Geologia, Ricerca, Spazio

La missione del satellite GOCE, lanciato dall’ESA nel marzo 2009, era quella di rilevare con estrema precisione la gravità terrestre e stando ai risultati presentati ieri all’ESA Living Planet Symposium i primi risultati sono soddisfacenti. Il primo modello gravità globale presentato a Bergen, in Norvegia, è il frutto di soli due mesi di rilevazioni, novembre e dicembre 2009, e rappresenta la forma del pianeta calcolata in base alle minime variazioni della forza di gravià. La gravità dipende infatti dalla concentrazione delle masse interne al nostro pianeta, che non sono uniformi. “Siamo stati in grado di identificare miglioramenti significativi nel “geoide” […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

venerdì, 18 giugno 2010

I pompeiani morirono bruciati, non soffocati

pubblicato da: samy in: Archeologia, Geologia, Natura, Ricerca

Una ricerca tutta italiana ha stabilito che gli abitanti di Pompei, uccisi durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., non sono morti soffocati ma bruciati. Pier Paolo Petrone, antropologo, Fabio Guarino, istologo, entrambi dell’Università Federico II di Napoli, Giuseppe Mastrolorenzo e Lucia Pappalardo, vulcanologi dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV hanno stabilito che la morte dei pompeiani fu immediata, causata dall’esposizione ad altissima temperatura (fino a 600 gradi) dovuta al passaggio di una nube ardente a bassa concentrazione di cenere ma di grande spessore, in grado di trattenere il calore fino a distanza notevole dal vulcano. Un evento paragonabile all’ondata di aria causata […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 13 aprile 2010

Nel Mar dei Caraibi la più profonda bocca vulcanica mai trovata

pubblicato da: samy in: Geologia, Ricerca

Una spedizione scientifica britannica ha scoperto nel Mar dei Caraibi la più profonda bocca vulcanica individuata finora. L’equipaggio della Royal Research Ship “James Cook”, grazie ad un sommergibile per immersioni profonde telecomandato chiamato HyBISS, ha individuato a 5.000 metri di profondità, nella fossa delle Cayman, delle guglie sottili in rame e minerali di ferro sul fondo del mare, da cui fuoriesce acqua talmente calda da fondere il piombo, più di 800 metri più profondo di quanto mai osservato. Questi camini vulcanici vengono chiamati “black smokers”. La fossa delle Cayman è la spaccatura vulcanica sottomarina più profonda del mondo e corre […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

E’ stato pubblicato su Science uno studio che mette la parola fine alle diatribe sulla causa che ha portato all’estinzione, 65 milioni di anni fa, della metà di tutte le creature che vivevano sulla Terra. Un gruppo di 41 scienziati provenienti da Europa, Stati Uniti, Messico, Canada e Giappone hanno analizzato tutte le ipotesi, studiando i dati raccolti da paleontologi, geologi, geofisici e geochimici per dire quale evento aveva fatto scomparire gli pterodattili dai cieli, i grandi rettili acquatici dai mari e i dinosauri, lasciando spazio all’evoluzione dei mammiferi. Un asteroide di 15 chilometri di diametro ha colpito la Terra […]

Tags: , , , ,
| 1 Commento
TrackBack | Permalink

Il terremoto della scorsa settimana in Cile, di 8,8 gradi sulla scala Richter, ha causato una variazione della velocità di rotazione della Terra. Siete sobbalzati sulla sedia? Non vi preoccupate, nulla che sia rilevabile strumentalmente e tantomeno “umanamente”, ma questo è il risultato di un calcolo effettuato da Richard Gross, ricercatore del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, California. Il terremoto avrebbe spostato l’asse terrestre di 7 milliarcosecondi, circa 8 centimetri, provocando una ridistribuzione della massa che ha portato ad un’accelerazione della rotazione del pianeta, accorciando la durata del giorno di 1,26 milionesimi di secondo. Quando la faglia fa scorrere le […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 2 marzo 2010

Neutrini dal centro della Terra

pubblicato da: samy in: Fisica, Geologia, Ricerca

Importanti risultati raggiunti nei Laboratori sotterranei del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Borexino, l’esperimento, condotto da ricercatori italiani, americani, tedeschi, russi e polacchi, ha individuato per la prima volta con certezza i geoneutrini, particelle di antimateria provenienti dall’interno della Terra. Questa scoperta indica che nelle profondità del nostro pianeta, migliaia di chilometri sotto la crosta terrestre, elementi radioattivi come l’uranio decadono, producendo enormi quantità di calore, che scioglie le rocce, le trasforma in magma e lava che fuoriesce dai vulcani e fa scorrere le placche tettoniche. E’ dimostrato quindi che la radioattività è una delle cause, probabilmente non […]

Tags: , , , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 16 febbraio 2010

Il mistero dei gasteropodi giganti

pubblicato da: samy in: Geologia, Paleontologia, Ricerca

Durante la storia della Terra si sono alternati brevi periodi in cui la biodiversità si è ridotta a causa di estinzioni di massa, una ventina circa e periodi molto più lunghi in cui le specie sopravvissute si sono diversificate. L’estinzione più devastante è stata quella che 252,6 milioni di anni fa, durante il Permiano-Triassico, in cui sono scomparse più del 90% delle specie marine esistenti. Dopo questo evento catastrofico gli oceani meno ossigenati e la scarsità di cibo hanno causato il cosiddetto “effetto Lilliput”, ossia la riduzione della dimensione di alcune creature marine, come i molluschi bivalvi e i gasteropodi, […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

All’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Roma i ricercatori hanno a disposizione, da qualche mese una nuova macchina, interamente costruita in Italia per studiare la reazione delle rocce alle sollecitazioni dei terremoti, la più potente in tutta Europa. Shiva, «Slow to High Velocity Apparatus», è la combinazione di un tornio e di una pressa che riesce ad applicare su un campione di roccia una velocità di scivolamento fino a 10 metri al secondo e pressioni pari allo spessore di diversi chilometri di roccia,  simili a quelli a cui sarebbe sottoposta durante un terremoto, quando lungo le faglie gli strati […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink
Pagina 1 di 212