venerdì, 19 novembre 2010

Chi è più “rotondetto” sente meglio il profumo del cibo

pubblicato da: samy in: Biologia, Psicologia, Ricerca

Una curiosa ricerca, portata avanti dall’University of Portsmouth, in Gran Bretagna, ha stabilito che le persone con indice massa corporea più alto hanno un olfatto più sviluppato nei confronti degli alimenti. Con l’aiuto di 64 volontari tra i 18 e i 49 anni, il dottor Lorenzo Stafford, del dipartimento di psicologia, ha cominciato ad indagare se le persone sentono più distintamente l’odore del cibo se sono a stomaco vuoto o dopo mangiato, ed è risultata vera la seconda opzione. Studiando ulteriormente i risultati si è scoperto che chi ha un indice di massa corporea minore sono più sensibili ai profumi […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 9 novembre 2010

Scienziati canadesi ottengono sangue da cellule della pelle

pubblicato da: samy in: Biologia, Medicina, Ricerca

I ricercatori della McMaster University di Hamilton, Ontario, hanno capito come ottenere sangue da cellule di pelle umana. Il gruppo guidato da Mick Bhatia, direttore scientifico della McMaster’s Stem Cell e del Cancer Research Institute della G. Michael Degroote School of Medicine, è partito dalle cellule adulte di pelle e, senza prima trasformarle in cellule staminali pluripotenti, ha ottenuto staminali ematiche. Il processo, nei due anni di studio, è stato ripetuto più volte, partendo da “donatori” giovani ed anziani, ottenendo sempre buoni risultati. “Abbiamo dimostrato che questo funziona con la pelle umana. Ne abbiamo compreso il funzionamento e credo che possa […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

giovedì, 4 novembre 2010

Ecco come si sconfiggerà il raffreddore

pubblicato da: samy in: Biologia, Medicina, Ricerca, Salute

Nel Laboratory of Molecular Biology della Cambridge University hanno individuato il modo di bloccare sul nascere il raffreddore. Il gruppo di ricerca, guidato dall’immunologo James Leo, ha scoperto che, a differenza di quanto si credeva, gli anticorpi sono in grado di attaccare i virus anche quando questi sono già penetrati all’interno delle cellule. Gli scienziati dell’LMB hanno dimostrato infatti che gli anticorpi restano “appiccicati” ai virus quando entrano nelle cellule sane e, una volta all’interno, innescano una reazione. Questo processo, guidato dalla proteina TRIM21, fa entrare il virus nel sistema di smaltimento che viene utilizzato dalla cellula per liberarsi di […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 2 novembre 2010

Sviluppato il primo fegato “in provetta”

pubblicato da: samy in: Biologia, Medicina, Ricerca

I ricercatori dell’Istituto di Medicina Rigenerativa del Baptist Medical Center della Wake Forest University di Winston Salem, North Carolina, sono riusciti a produrre in laboratorio un fegato umano, piccolo, ma funzionante. Gli scienziati sono partiti da un fegato animale, decellularizzandolo, ossia togliendo, grazie ad un detergente, tutte le cellule epatiche e lasciando solo l’”impalcatura” di collagene, lo scheletro. Hanno poi impiantato due differenti tipi di cellule, delle cellule progenitrici, o epatiche immature, e delle cellule endoteliali, che avrebbero dovuto costituire i vasi sanguigni. La struttura così popolata è stata posta all’interno di un bioreattore, un macchinario che fornisce costante apporto […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

I ricercatori del Karolinska Institutet, centro medico universitario svedese tra i più prestigiosi al mondo, hanno scoperto la struttura che sulla superfice dell’uovo cattura lo spermatozoo all’inizio della fecondazione. Fino ad ora si sapeva che gli spermatozoi si legano alla zona pellucida (ZP), il guscio costituito da proteine dell’uovo, ma non cosa succedesse a livello molecolare. Gli studiosi, guidati dall’italiano Luca Jovine, hanno individuato la struttura tridimensionale dell’intera molecola recettore che lega lo spermatozoo, chiamata ZP3, grazie ai dati cristallografici ottenuti dall’European Synchrotron Radiation Facility (ESRF) di Grenoble, in Francia. In particolare si può ipotizzare il meccanismo di “contatto” tra […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Nelle zone umide del Madagascar, vicino ad Alaotra Lac, nella regione centro-occidentale, è stato identificato un nuovo animale, si tratta del Salanoia durrelli, detta dagli indigeni “vontsira”. E’ un carnivoro simile alla mangusta, grande quanto un gatto e con la pelliccia marrone, appartenente ad una famiglia che vive solo in questa isola. Il nome è in onore di Gerald Durrell, il biologo che ha fondato la Durrell Wildlife Conservation Trust. Già nel 2004 era stato avvistato, ma era stato confuso con il Vontsira bruno, che popola anche le foreste pluviali orientali. Essendo riusciti a catturarne due esemplari, gli studiosi sono […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 9 ottobre 2010

Individuato cosa minaccia le api

pubblicato da: samy in: Biologia, Natura, Ricerca

Da qualche anno le colonie di api in nord America sono decimate dalla misteriosa “sindrome da spopolamento”. Fino ad ora i sospettati di questo fenomeno sono stati l’inquinamento e i prodotti geneticamente modificati, ma un nuovo studio che ha coinvolto gli scienziati dell’esercito statunitense e diversi ricercatori dell’University of Montana ha individuato due nuovi possibilli colpevoli: un fungo e un virus. Anche se gli studiosi hanno difficoltà a trovare le api cadaveri da analizzare, dato che si allontanano dall’alveare prima di morire, sia il virus che il fungo sono stati individuati in tutte le colonie analizzate. Questi due agenti si […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

E’ stato assegnato oggi il premio Nobel per la Medicina a Robert Geoffrey Edwards, il biologo inglese che nel 1968 riuscì a far unire un ovulo e uno spermatozoo umano in provetta. Dopo anni di studi, insieme al collega Patrick Steptoe, morto nel 1988, riuscirono a mettere a punto il processo di fecondazione in vitro, IVF – in vitro fertilisation, che nel 1978 portà alla nascita di Louise Brown, la prima bambina concepita in provetta. Da allora si stima che più di quattro milioni di persone siano venute al mondo grazie alla ricerca del dottor Edwards, che alle critiche e […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

lunedì, 20 settembre 2010

Il nuovo antidolorifico per colpire localmente il dolore

pubblicato da: samy in: Biologia, Chimica, Medicina, Ricerca

Un importante risultato nel campi della lotta al dolore è stato raggiunto da un gruppo di ricerca che coinvolge il Drug Discovery and Development (D3), l’Unità di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia dedicata alla scoperta di nuovi farmaci, le americane Università della California Irvine e Università della Georgia (Usa), l’Università Federico II di Napoli e l’ateneo di Urbino. La scoperta riguarda il modo di inibire la degradazione dell’anandamide, un endocannabinoide  prodotto dal corpo umano, che esercita un’importante azione analgesica nell’ambito delle malattie infiammatorie. L’enzima amide idrolasi degli acidi grassi (FAAH), che normalmente distrugge l’anandamide, viene inibito da URB937, questo il […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Sta per partire la sperimentazioe di Cladis, il primo formaggio prodotto con latte proveniente da pecore nutrite con un mangime ricco di semi di lino estrusi. Questi sono una fonte naturale di precursori di acido linoleico coniugato (Cla), che contribuisce a proteggere l’organismo dalle malattie cardiovascolari. Il pecorino è frutto del lavoro di un gruppo di ricercatori della Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa, coordinato da Pierlorenzo Secchiari. L’acido linoleico è un acido grasso polinsaturo, della stessa famiglia degli omega -3, che aiuterebbe il riequilibrio del livello di colesterolo buono, l’HDL, nel sangue, a scapito dell’LDL, quello cattivo. In questo […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink
Pagina 1 di 1112345...10...11