Ape posata su un fiore - di Aaron1a12

Ape posata su un fiore - di Aaron1a12

Da qualche anno le colonie di api in nord America sono decimate dalla misteriosa “sindrome da spopolamento”.

Fino ad ora i sospettati di questo fenomeno sono stati l’inquinamento e i prodotti geneticamente modificati, ma un nuovo studio che ha coinvolto gli scienziati dell’esercito statunitense e diversi ricercatori dell’University of Montana ha individuato due nuovi possibilli colpevoli: un fungo e un virus.

Anche se gli studiosi hanno difficoltà a trovare le api cadaveri da analizzare, dato che si allontanano dall’alveare prima di morire, sia il virus che il fungo sono stati individuati in tutte le colonie analizzate.

Questi due agenti si sviluppano con il clima fresco e umido e attaccano l’intestino delle api, compromettendone probabilmente il processo digestivo. Singolarmente non sembrano così pericolosi, ma la combianzione dei due è senz’altro letale per questi insetti.

Per mettere un freno a questo fenomeno saranno necessari ancora studi, anche per determinare se alcuni fattori ambientali e climatici possono aver peggiorato la situazione.

Per approfondimenti: PLoS One