Cristalli di palladio - di Jurii

Cristalli di palladio - di Jurii

Il Nobel per la Chimica 2010 è stato assegnato a Richard F. Heck dell’Università del Delaware, a Ei-ichi Negishi, della Purdue University, e ad Akira Suzuki dell’Università di Hokkaido,  per gli studi sulle reazioni di accoppiamento incrociato tramite il palladio catalizzatore in chimica organica.

I risultati raggiunti da questi tre scienziati hanno migliorato notevolmente le possibilità per i chimici di creare sofisticati prodotti chimici, quali le molecole a base di carbonio complesse come quelle create dalla natura.

La chimica organica, basata su atomi di carbonio, permette all’uomo di sviluppare  materiali e farmaci nuovi, ma il problema da risolvere era come far stare assieme gli atomi di carbonio, che per loro caratteristica sono stabili. Utilizzando il palladio come catalizzatore di una reazione ossidativava Heck, Negishi e Suzuki hanno risolto il problema ed hanno fornito ai chimici uno strumento preciso ed efficiente con cui lavorare.

L’accoppiamento incrociato tramite il palladio catalizzatore è utilizzato nella ricerca, nella produzione di prodotti farmaceutici come antibiotici e antitumorali e nelle molecole usate nell’industria elettronica.

Per approfondimenti: Nobel Prize