Dente del giudizio - di Gleam

Dente del giudizio - di Gleam

Un gruppo di ricercatori del Japan’s National Institute of Advanced Industrial Science and Technology hanno scoperto che i denti del giudizio sono molto importanti per la produzione di cellule staminali.

La difficoltà di reperimento di staminali aveva portato nel 2006 a scoprire che è possibile riprogrammare quattro geni delle cellule adulte per farle divenire staminali pluripotenti indotte (iPS), ossia praticamente identiche alle cellule staminali embrionali. Tuttavia non è facile innescare il processo, dato che le cellule più disponibili, quelle della pelle, hanno una efficienza di riprogrammazione molto bassa.

I ricercatori hanno scoperto che la polpa interna dei denti contiene delle cellule denominate “stromali mesenchimali”, simili a cellule trovate nel midollo osseo, una comune fonte di cellule staminali. Naturalmente la polpa dei denti è più disponibile del midollo e i denti del giudizio sono spesso estratti perché fastidiosi.

Partendo da denti di tre donatori gli scienziati sono riusciti a generare una serie di linee cellulari iPS grazie all’attivazione di soli tre geni, tralasciando il c-MYC, che potrebbe indurre le cellule a diventare cancerose. I risultati sono stati incoraggianti, in alcuni casi l’efficienza è stata di cento volte maggiore rispetto a quella delle cellule della pelle.

E’ presto per parlare di un uso clinico della scoperta ma fra non molto si potrebbe arrivare a conservare i denti del giudizio congelati per anni, a disposizione nel caso dovessero servire.

Per approfondimenti: Science Daily