Archi coronali nell'atmosfera solare

Archi coronali nell'atmosfera solare

Avreste mai detto che il Sole emette suoni? Un gruppo di ricercatori dell’University of Sheffield è riuscita a registrare e riprodurre in maniera udibile per noi umani la musica solare.

I fenomeni che si producono nella corona solare, ossia la parte più esterna e ancora poco conosciuta dell’atmosfera solare, generano infatti dei suoni armoniosi.

Queste protuberanze, questi archi magnetici, sono lunghi fino a 100.000 km e sono i responsabili delle esplosioni che si verificano nell’atmosfera del sole, i cosiddetti brillamenti solari.
Dalle immagini osservate dagli scienziati gli archi sono sottoposti a movimenti oscillatori trasversaali, come se fossero corde di chitarra pizzicate, e a movimenti oscillatori longitudinali, come se si stesse soffiando in uno strumento a fiato. Data come fissa la lunghezza e lo spessore della corda, l’intensità della nota è determinata dalla tensione della corda e il tono è costituito dalle armoniche dei modi di oscillazione.

In questo senso, l’atmosfera solare è costantemente pervaso dalla musica degli anelli coronali, che fornisce agli scienziati uno strumento unico e senza precedenti per studiare l’atmosfera magnetica solare, e come il movimento di questi cicli sia determinata dall’ambiente locale. Questa tecnica è nota come solare magneto-sismologia ed è molto simile alla sismologia che i geologi utilizzano per studiare i terremoti.


Per approdondimenti: University of Sheffield