Giove come appare ora e come era nel giugno 2009 - da newscientist.com

Giove come appare ora e come era nel giugno 2009 - da newscientist.com

Giove, il pianeta più grande del Sistema Solare si è rifatto il look, da quanto si vede dalle immagini catturate da un astronomo non professionista, Bob King, è scomparsa la banda scura nell’emisfero meridionale.

Osservando il pianeta con un telescopio amatoriale potevamo vedere, fino alla fine del 2009, delle strisce parallele orizzontali, chiare e scure, tra cui spiccavano le due più grandi, simmetriche rispetto la linea equatoriale.
Quello che noi vediamo, infatti, è l’atmosfera, costituita in prevalenza da idrogeno ed elio, in cui sono presenti nubi con stratificazioni di ammoniaca, idrosolfuro di ammonio ed acqua.
La colorazione marrone-arancio di queste nubi è dovuta a composti chimici complessi, cromofori, che emettono luce in questo colore quando sono esposti alla radiazione ultravioletta solare.

Da qualche mese Giove non era più visibile dalla Terra, era troppo vicino al Sole, e quando è ricomparso agli occhi degli studiosi è subito stato evidente che qualcosa era cambiato.

Non è la prima volta che Giove cambia aspetto, già nel 1974, quando la navicella «Pioneer» scattò le prime immagini da vicino a Giove, la fascia a sud era poco visibile, ed il fenomeno si è ripetuto anche all’inizio degli anni ’90. Quello che stupisce gli studiosi è che l’evento si sia verificato così rapidamente.

L’ipotesi degli astronomi è che la fascia di nuvole scure non si sia dissolta ma sia stata coperta da uno strato di nuvole chiare, che ne ha “sbiadito” il colore.

Per approfondimenti: newscientist.com