L'attività fisica all'aria aperta fa bene, anche il giardinaggio

L'attività fisica all'aria aperta fa bene, anche il giardinaggio

La natura fa bene alla nostra salute, sembra la solita affermazione pseudo filosofica, ma è quello che hanno scoperto i ricercatori dell’University of Essex, nel Regno Unito.

Il dottor Jo Barton e il professor Jules Pretty hanno analizzato i risultati di dieci differenti studi, effettuati su 1252 persone di diversa età, sesso e salute fisica e mentale, sugli effetti dell’attività fisica svolta in mezzo alla natura.

Le attività considerate sono le più varie, dalla pesca all’equitazione, dall’andare in bicicletta o in barca al giardinaggio, dalla semplice passeggiata a coltivare l’orto. In tutti i casi le persone iniziano a sentirsi meglio dopo soli cinque minuti, con un beneficio sull’umore, sul fisico e sulla mente. Se poi l’attività avviene nei pressi dell’acqua, sia mare, fiume o lago, i risultati sono ancora migliori.
I giovani e le persone con disturbi mentali sono quelle che hanno dimostrato i miglioramenti più evidenti, che sono presenti anche quando l’attività viene svolta in un parco cittadino, non necessariamente in campagna.

“Una passeggiata al giorno toglie il medico di torno” afferma il dottor Barton “e aiuterebbe a risparmiare soldi della comunità. Se ognuno di noi si “automedicasse” con più con attività in mezzo alla natura ci sarebbero potenzialmente grandi benefici per i singoli, per la comunità e per i costi del servizio sanitario”.

Per approfondimenti: University of Essex