Essere positivi e rilassarsi per evitare i rischi cardiaci

Essere positivi e rilassarsi per evitare i rischi cardiaci

Una ricerca pubblicata sull’European Heart Journal sostiene che le persone contente, felici ed entusiste hanno meno probabilità di sviluppare malattie cardiache.

La ricerca, condotta dal gruppo della dottoressa Karina Davidson, si è svolta osservando per dieci anni 1.739 adulti sani (862 uomini e 877 donne), che inizialmente sono stati valutati per ricercare malattie cardiache e sintomi di depressione, ansia, ostilità o al contrario sentimenti positivi.
 
La cosiddetta “positive affect” è l’esperienza di sentimenti positivi come la gioia, l’entusiasmo, la felicità, l’eccitazione e la soddisfazione, che normalmente sono propri di una persona, anche se questo non significa che questi soggetti a volte non siano tristi o ansiosi.

Dopo aver tenuto conto di età, sesso, fattori di rischio cardiovascolare e le emozioni negative, i ricercatori hanno trovato che, nel periodo di dieci anni che vvalori crescenti di “positive sffect” corrispondono a rischio di malattie cardiache inferiore del 22% per ogni punto su una scala a cinque punti di misura i livelli di espressione effetto positivo (che vanno da “Nessuno” a “estremi”).

La dottoressa Davidson ha detto: “I partecipanti senza “positive affect”, hanno un rischio superiore del 22% di cardiopatia ischemica (infarto o angina) rispetto a quelli con un po di ‘affezione positiva’, che a loro volta hanno rischio superiore del 22% rispetto a quelli con moderato effetto positivo.

“Abbiamo anche scoperto che se un soggetto, che di solito era positivo, aveva alcuni sintomi depressivi al momento del sondaggio, questo non ha pregiudicato il minor rischio complessivo di sviluppare malattie cardiache.

“Abbiamo diverse spiegazioni possibili, in primo luogo, le persone con il “positive affect” potrebbero avere lunghi periodi di riposo o di rilassamento fisiologico.” afferma la dottoressa Davidson. “In secondo luogo, chi è più positivo può recuperare più in fretta da stress, e non continua a pensarci, cosa che sembra causare danni fisiologici. Stiamo appena cominciando a capire come le emozioni positive e la felicità abbiano benefici positivi per la salute “.

Il consiglio della dottoressa Davidson è fare attività che ci piacciono e ci rilassano, leggere, ascoltare musica, anche solo per un quarto d’ora al giorno, in modo da rilassarci e divertirci. Questo sarà sicuramente benefico per la nostra salute mentale e, anche se non è ancora confermato, anche la salute fisica. Don’t worry, be happy.

Per approfondimenti: European Society of Cardiology