Due gemelle musicali

Due gemelle musicali

I nostri gusti musicali sono scritti nei nostri geni. Questo il risultato di una ricerca condotta da Nokia e dal Kings ‘College di Londra su 4000 gemelli.

Gli studiosi hanno analizzato i gusti musicali di gemelli sia monozigoti (con il patrimonio genetico identico) che eterozigoti (con patrimonio genetico uguale solo a metà), supponendo che l’ambiente li avesse influenzati nello stesso modo.
I ricercatori hanno concluso che il fatto che i gusti siano molto più simili nei gemelli identici è dovuto a influenze genetiche.

L’effetto dei geni diminuisce però con lo sviluppo delle esperienze individuali.

Come era prevedibile, le influenze genetiche diminuiscono nel tempo e le esperienze individuali diventano più importanti.

Ecco l’influenza genetica sui gusti musicali per i soggetti al di sotto e al di sopra dei 50 anni:

Meno di 50 anni
– 56% Jazz/blues/soul
– 55% Pop/classical/rap/hip-hop
– 53% Rock/indie/heavy metal
– 0% Country/folk
 
Più di 50 anni
– 43% Pop/classical/rap/hip-hop
– 42% Jazz/blues/soul
– 34% Rock/indie/heavy metal
– 28% Country/folk

Il dato più singolare è quello sulla musica folk, che nei giovani non ha mai origine genetica.
 
La ricerca conclude però che la musica che ascoltiamo effettivamente non deriva dalla genetica come i gusti musicali, perché le abitudini di ascolto sono influenzate dal desiderio di colonna sonora ai nostri giorni, dal desiderio di creare uno stato d’animo o semplicemente per godere l’esperienza.

Per approfondimenti: Nokia